domenica 12 ottobre 2008

packing list

da domani mi aspetta (tra l'altro) l'arduo ma irrimandabile compito di buttare giù una lista di cosa portare in viaggio... poi inizierò ad ammassare le cose sul cassettone. seguiranno (almento) tre successivi "spogli" per ridurre la quantità di cose che mi porterei.

questo perché io ODIO nel modo più assoluto fare le valige
sono un disastro e in più volando c'è anche il limite di peso...
mi sa che nel bagaglio a mano son capaci di farmi storie se porto il survival kit da ricamo (e se no come cavolo ci resisto io otto ore in poltrona, da sola e SENZA FUMARE!??)

quindi domani packing list




e come vademecum un utile spunto per infilare più roba (stirata) in valigia




oddio ma devo davvero anche stirare?


:)

6 commenti:

martina ha detto...

Su dai forza un pò di sforzo, ma ne vale la pena, concentrati e vedrai che ti uscirà una valigia che neanche mary poppins.
Un abbraccio e torna presto.
Al limite passa da Fulvia e collegati dal su PC
Un baciotto
Martina

Vale ha detto...

In questi casi ci vorrebbe il gonnellino di Eta Beta, oppure, per rimanere in tema disney, puoi fare come Paperino e tenerti la casacca alla marinara addosso per tutti i venti giorni newyorkesi! Però mi sorge un dubbio: lui non porta i calzoni... come farai??? Grazie per i complimenti, in effetti in abito monacale ho fatto proprio la mia porca figura :-)
Bacioni,
Vale (che procede nello studio)

luijo ha detto...

carissima ma dove vai?

Countrygal ha detto...

..spoglia...spoglia che senno' come fai a comprare tante belle cosine da Michaels?? tu porta solo due pantaloni sport o jeans (quelli che metti di piu'), giubbotto, qualche maglia...che ti frega? compra qui quello che ti serve...ci sono dei negozi dove ci si veste con niente.

Kit da ricamo - io non ho ancora avuto coraggio di osare ma Linda, (quella della Lind's house) dice che lei viaggia tranquillamente con aghi e forbicine anche all'estero. Io non credo che dall'Italia si possa, forse un ago passa inosservato ma le forbicine non credo proprio...comunque tu fai da spartiacque che se va bene a te la prossima volta ci provo anch'io!

io mi sono abituata a non fumare..non devi pensarci..io mi rimpinzo di cibo e alcool se sono in business..se sono in economica mi porto dietro le Skittles sour che mi tengono occupata per almeno due o tre ore...he he...poi leggo i giornali di gossip...guardo due films....dormo un po'...mi alzo un po'....poi leggo ancora un po' e poi sei li'.....ma il ricamo e' sicuramente meglio! speriamo in bene.

Baci
Fulvia

Iaia ha detto...

Coraggio, vedrai che riuscirai nell'impresa!!! E poi è per una causa meravigliosa.
Certo a me le otto ore senza fumare mi preocciperebbero un po'. Penso che con un volo di otto ore potrei prendere anche otto chili, perchè sgranocchierei di tutto e di più.
Sicuramente, come dice Fulvia, è meglio il ricamo.
Un baciotto...Iaia.

danny* ha detto...

Lauretta le forbici non te le fanno passare di certo se non per una botta di c...PERO'...(c'è sempre un però!!! ;PPP)esiste un aggeggio della DMC (mi pare) che serve proprio per tagliare il filo senza le forbici. Vieni all'hobby show sabato che lo trovi!!! ;PPP
ciaooo...
p.s. ma quando parti???